10° Queer Lion Award: presentazione

Frantz di François Ozon

Editoriale di presentazione di Daniel N. Casagrande e colophon dell’edizione 2016, e news sugli sponsor Vinocchio e Uvagina. In questa sezione tutte le informazioni sul Queer Lion

EDITORIALE

La 10ª edizione del Queer Lion, premio collaterale della 73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità UNAR, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, Regione del Veneto, Città Metropolitana di Venezia, Città di Venezia e Università Ca’ Foscari di Venezia, vedrà 10 opere LGBT concorrere per l’assegnazione del premio per il “Miglior Film con Tematiche Omosessuali & Queer Culture”.

Il tema dominante della selezione è legato ai giovani, al passaggio all’età adulta, alle difficoltà ed incertezze connesse a questi particolari ed essenziali momenti della vita: dalle quattro ragazze al centro di Questi giorni di Giuseppe Piccioni, alle due coppie de L’estate addosso di Gabriele Muccino, ai giovanissimi protagonisti dell’islandese Heartstone di Guðmundur Arnar Guðmundsson, ai collegiali dell’australiano Boys in the Trees di Nicholas Verso, fino alle “notti selvagge” del protagonista di Jours de France dell’esordiente Jérôme Reybaud.

Completano la competizione gli italiani Indivisibili di Edoardo De Angelis, le tre storie ad intreccio de Le ultime cose di Irene Dionisio, i due filippini The Woman Who Left del maestro Lav Diaz ed Ordinary People di Eduardo Roy Jr., chiude il messicano La región salvaje di Amat Escalante, opera forte contro machismo e omofobia.

Tra i film non in competizione per il Queer Lion Award, vanno comunque sicuramente segnalati: Era ieri di Valentina Pedicini, cortometraggio lesbo presente nella sezione SIC@SIC, l’ambiguo e misterioso Frantz di François Ozon, Isiko (The Wound) di John Trengove, film sudafricano a tematica gay presentato nel workshop Final Cut In Venice riservato agli accreditati Industry, il glamour e l’eleganza del documentario Franca: Chaos and Creation di Francesco Carrozzini, e la Parigi libertina di Planetarium di Rebecca Zlotowski con Natalie Portman e Louis Garrel, e la cosceneggiatura di Robin Campillo.

Il Queer Lion 2016 verrà consegnato venerdì 9 settembre alle ore 19:00 presso la Villa degli Autori, sede delle Giornate degli Autori, all’interno di una cerimonia con i più importanti premi collaterali: Fedeora Award, Label Europa Cinemas, Venice Days Award, Premio del Pubblico BNL della Settimana della Critica.

Nella notte di venerdì 9 settembre, per festeggiare i 10 anni del Queer Lion, ci svolgerà il QL Closing Party nel parco dell’aeroporto Nicelli del Lido di Venezia, l’ingresso sarà libero e verrà attivato un servizio di shuttle bus dalla Cittadella del Cinema. Alla consolle ci sarà Brian dj dalla discoteca Queever di Torino.

Lo sponsor della decima edizione è Prodigio Srl che con i suoi vini Uvagina e Vinocchio cerca da sempre di sostenere iniziative legate ai diritti civili della comunità LGBT.

Daniel N. Casagrande

ORGANIZZAZIONE

Organization Associazione di Promozione Sociale Queer Lion General management Daniel N. Casagrande Translations Marco Busato Graphic & website design Francesco Gangemi

Thanks
73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica: Alberto Barbera, Luigi Cuciniello, Angela Savoldi, Flavia Lo Mastro, Fiorella Tagliapietra, Elisa Terzi, Elena Mantoan, Valentina Bellomo, Stefano Francia di Celle, Paolo Bertolin, Silvia Menegazzi, Michele Boselli, Nicola Passarotto.

13. Giornate degli Autori: Giorgio Gosetti, Sylvain Auzou, Francesco Bonerba, Renata Santoro, Gaia Furrer, Roberta Ria.

31. Settimana Internazionale della Critica: Franco Montini, Giona A. Nazzaro, Bruno Torri, Eddie Bertozzi.

Patrocini: Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità UNAR: Francesco Spano, Ada Ferrara. Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo: Dario Franceschini. Regione Veneto: Luca Zaia, Cristiano Corazzari, Francesca Del Favero. Città Metropolitana di Venezia: Luigi Brugnaro, Mirco Gavagnin. Comune di Venezia: Luigi Brugnaro, Paola Mar, Daniela Donadon. Università Ca’ Foscari di Venezia: Michele Bugliesi, Loretta Fornaser, Pier Giovanni Possamai, Luisa Simioni.

Teaser: Daniele Sartori (director), Damiano Bertazzo (DoP & Camera), David Casagrande Napolin (projectionist), Matteo Scalco (model), APS Queer Lion (producer), Auditorium Plip (location).

Cover: Matteo Scalco (model), Marco Visca (photographer), Alessio Bortolozzo (backstage).

9. Padova Pride Village: Alessandro Zan, Claudio Malfitano, Giuseppe Bettiol.

Ed ancora: Franco Grillini presidente di Gaynet Italia, Giovanni Marco Piemontese, Alberto Doveil, Vincenzo Patanè, Sandro Avanzo, The Hollywood Reporter, Variety, The Wrap, Venezia News, Federico Boni, Roberto Schinardi, Discoteca Queever, Adriano Virone, Andrea Curti, The Open Reel, Cosimo Santoro, Francesco Brunello, Prodigio Srl, Bruno Tommasini, Linda Marchi, Luca De Pasquale, Ristorante Nicelli, Camilla Muta, Bolzoni Targhe e Incisioni.

Contact
+39 340 3720716 ITALIANO
+39 348 4964486 ENGLISH

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *