Cineuropa: Heartstone conquista la giuria degli Edda

Cineuropa

L’opera prima di Guðmundur Arnar Guðmundsson si aggiudica 10 premi nazionali assegnati dalla Icelandic Film and Television Academy

Dopo aver vinto 13 premi nel circuito dei festival internazionali, l’opera prima del regista islandese Guðmundur Arnar Guðmundsson, Heartstone, ha aggiunto altri trofei alla sua collezione, alla cerimonia degli Edda Awards assegnati dalla Icelandic Film and Television Academy la scorsa notte (26 febbraio) all’hotel Hilton Reykjavik Nordica.

Sceneggiato da Guðmundsson, Heartstone – vincitore del Queer Lion alla Mostra di Venezia – racconta la storia di due teenager durante un’estate turbolenta, quando uno cerca di conquistare il cuore di una ragazza e l’altro scopre nuovi sentimenti per il suo miglior amico.

Questa produzione Fræ Films e SF Film ha ricevuto gli Edda per il Miglior film, Sceneggiatura orginale, Regista, Fotografia (Sturla Brandth Grövlen), Montaggio (Anne Østerud, Janus Billeskov Jansen), Attore (Blaer Hinriksson) e Attrice secondaria (Nina Dogg Filippusdóttir).

Il regista islandese Baltasar Kormákur ha già vinto sette premi nazionali, e il suo thriller psicologico, The Oath [+], è arrivato secondo quest’anno, ottenendo sei statuette, tra cui Miglior attrice (Hera Hilmarsdóttir) e Miglior attore secondario (Gísli Örn Garðarsson).

La lista completa dei vincitori degli Edda Awards 2017:

Miglior film islandese
Heartstone – Guðmundur Arnar Guðmundsson

Miglior regista
Guðmundur Arnar Guðmundsson – Heartstone

Miglior sceneggiatura
Guðmundur Arnar Guðmundsson – Heartstone

Miglior attrice
Hera Hilmarsdóttir – The Oath

Miglior attore
Blær Hinriksson – Heartstone

Miglior attrice secondaria
Nína Dögg Filippusdóttir – Heartstone

Miglior attore secondario
Gísli Örn Garðarsson – The Oath

Miglior scenografia
Hulda Helgadóttir – Heartstone

Miglior fotografia
Sturla Brandth Grövlen – Heartstone

Migliori costumi
Helga Rós V Hannam – Heartstone

Miglior trucco
Ragna Fossberg and Heimir Sverrisson – The Oath

Miglior montaggio
Anne Østerud, Janus Billeskov Jansen – Heartstone

Miglior sonoro
Huldar Freyr Arnarsson – The Oath

Miglior colonna sonora
Hildur Guðnadóttir – The Oath

Migliori effetti visivi
Pétur Karlsson e Daði Einarsson – The Oath

Miglior documentario
Inside a Volcano: The Rise of Icelandic Football – Sævar Guðmundsson

Miglior cortometraggio
Cubs – Nanna Kristín Magnúsdóttir

Personalità televisiva dell’anno
Helgi Seljan

Edda d’onore
Gunnar H Baldvinsson

Fonte: Cineuropa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *