Io Donna: Venezia 2016, arriva Tom Ford con Animali Notturni

Corriere della Sera - Io Donna

Nel 2009 A Single Man conquistò la Mostra del Cinema di Venezia, vincendo un Queer Lion e una Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile, andata a Colin Firth

Il secondo film dello stilista – regista è stato applaudito alla proiezione della stampa. Un felice ritorno per Ford che nel 2009 ha presentato “A single Man” premiato con la Coppa Volpi a Colin Firth. La vita, la carriera e gli amori di Tom Ford.

La stampa l’ha applaudito. È piaciuto Animali Notturni, il secondo film di Tom Ford. È, dunque, un ritorno felice in laguna per lo stilista – regista, a Venezia anche nel 2009 per presentare A single Man con Colin Firth e Julianne Moore.

Non è un caso se il film sia stato uno dei più attesi del Festival di Venezia, edizione 73: è prodotto da George Clooney. Il cast include Jake Gyllenhaal, Amy Adams, Laura Linney, Aaron Taylor-Johnson, Michael Shannon, Isla Fisher e Armie Hammer. Il film, nelle sale da novembre, è un dramma a tinte thriller scritto e basato sul romanzo del 1933 Tony & Susan di Austin Wright.

A Single Man conquistò la Mostra del Cinema di Venezia, vincendo un Queer Lion (il premio, assegnato dal 2007, al Miglior Film con Tematiche Omosessuali & Queer Culture) e una Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile, andata a Colin Firth, poi anche nominato agli Oscar.

Tom Ford, 55 anni, texano di Austin, sposato con il giornalista Richard Buckley e padre di un bambino, raggiunge il successo con il rilancio di Gucci dal 1990 al 2004. Con Domenico De Sole crea un sodalizio invincibile. Poi nel 2004 crea il suo brand, Tom Ford.

Con il marito, Ford vive a Santa Fe, in Nuovo Messico, in un ranch con casa mausoleo firmata da Tadao Ando, lo stesso architetto che firma l’headquarter di Giorgio Armani a Milano. Un amore quasi trentennale. «La prima volta che il suo sguardo ha incrociato il mio, ho dovuto voltare la testa. Non so se è stato perché i suoi occhi sono così singolari e affascinati, o perché si è accesa una scintilla tra di noi. Gli occhi di Richard hanno il colore dell’acqua. Non blu, non grigi, e neppure beige. È uno degli esseri più belli che abbia mai visto nella mia vita», ha raccontato una volta a Vogue Paris.

Io Donna di Michaela K. Bellisario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *