Altra vittoria per Heartstone ai Nordic Film Days di Lubecca

Cineuropa

Il film di Guðmundur Arnar Guðmundsson ha vinto il primo premio da €12.500 al festival tedesco, che si è concluso domenica

L’opera prima del regista islandese Guðmundur Arnar Guðmundsson, Heartstone [+], continua a mietere successi ai festival, da quando è stato il primo concorrente islandese ufficiale a Venezia: sabato (5 novembre), ha ricevuto il primo premio ai Nordic Film Days di Lubecca – principale festival del cinema nordico fuori dalla Scandinavia.

“Un film d’esordio non sentimentale ma pur sempre commovente. Con idiosincrasia, mano ferma e grande intensità, il regista ci dirotta verso un luogo ai confini del mondo, dove gli adolescenti ritrovano se stessi. Lontani da tutto, imparano ciò che è davvero importante,” ha detto la giuria giustificando l’assegnazione del premio da €12.500 dell’emittente tedesca NDR.

Sceneggiato dallo stesso Guðmundsson, Heartstone è ambientato durante un’estate turbolenta in un remoto villaggio di pescatori in Islanda. L’adolescente Thor cerca di conquistare il cuore di una ragazza, mentre il suo amico Christian scopre nuovi sentimenti verso il suo migliore amico. Giunge quindi il momento per loro di lasciare i giochi e affrontare le asperità dell’età adulta.

A Venezia il film con Baldur Einarsson-Blær Hinriksson ha ricevuto il Queer Lion Award, al Festival di Varsavia ha vinto il premio alla Miglior Regia e il Premio Ecumenico, ha ricevuto il Gold Q Hugo Prize al Chicago International Film Festival, e si è aggiudicato il Premio del Pubblico e il Premio FIPRESCI della Critica Internazionale al festival Kiev Molodist in Ucraina.

The Day Will Come [+] del regista danese Jesper W Nielsen – che narra di due ragazzi che vengono derubati della loro vita, poiché vengono rinchiusi in un orfanotrofio dimenticato dal tempo – ha totalizzato più di 4.000 voti, che gli sono valsi il Premio del Pubblico Lübecker Nachrichten, mentre il Baltic Film Prize è andato a un altro favorito del festival, The Happiest Day in the Life of Olli Mäki [+] del regista finlandese Juho Kuosmanen (vincitore della sezione Un Certain Regard a Cannes e del Gold Hugo a Chicago).

185 film sono stati proiettati nel programma dei Nordic Film Days di quest’anno, e tre di loro sono valsi ai loro registi norvegesi un premio del festival: Framing Mom [+] di Sara Johnsen, che ha aperto l’evento (“un film intelligente, spiritoso e complesso sulla maternità, la nostalgia e la riconciliazione,” secondo la giuria) si è meritato l’Interfilm Church Film Prize; Gilbert’s Grim Revenge di Hanne Larsen ha vinto il Premio della Giuria Infantile di €5.000; e a The Crossing di George Kurian, che racconta di un gruppo di rifugiati siriani durante il loro viaggio per mare, due continenti e cinque Paesi, è stato conferito il Dokumentary Film Prize.

Cineuropa di Jorn Rossing Jensen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *